Pian dei Resinelli (LC): La Grignetta

Pagina del cache


Il massiccio delle Grigne, che si eleva alla quota di 2410 m di altitudine nel cuore delle Prealpi lombarde, è di grande interesse paesaggistico, per la morfologia aspra e variata, di aspetto dolomitico, e gli scorci sul sottostante lago di Como. Presenta un eccezionale patrimonio floristico, ricco di varietà ed endemismi. Notevoli gli endemismi anche tra la fauna invertebrata (Molluschi, Coleotteri, Carabidi). Importante la funzione turistico-sportiva del Parco, che, essendo vicino a grandi centri abitati, è meta assai frequentata per le escursioni. Le aveva già annotate Leonardo da Vinci nel Codice Atlantico: "I maggior sassi schoperti chessi truovno in questi paesi…" che in un altro appunto sulla Grigna, assicurò di avervi visto "cose fantastiche". Leonardo visitò questi luoghi su incarico dei duchi di Milano, non soltanto per osservare cose meravigliose, ma anche per trovare minerali ferrosi dei quali il Ducato era alla ricerca. Le Grigne offrono ancora oggi molto verde, una vegetazione rigogliosa ed interessante, zone ecologiche integre, e particolarmente importante sono i ritrovamenti di fossili segnelatisi nel tempo, da alcuni frammenti di vegetali e indeterminate impronte di bivalve, fino a una cinquantina di specie appartenenti alle classi dei crinoidi, dei brachiopoli, dei lamellibranchi, dei gasteropodi e dei cefalopoli.
Il gruppo delle Grigne ha due vette principali : la Grigna Settentrionale (2410 m) comunemente chiamata Grignone, e la Grigna Meridionale (2177 m) detta Grignetta. Quando si parla semplicemente di Grigna, però, specie tra gli alpinisti, s'intende la Grigna Meridionale, dov'è nato l'alpinismo lombardo. Ancor oggi le sue guglie sono scuola per i principianti e palestra di allenamento per gli scalatori esperti.
da: http://www.scoprilecco.it/montagne/le_grigne.htm

Descrizione

La Grigna è una delle montagna più frequentate dell’arco alpino, sia per la sua vicinanza a Milano, Lecco, Bergamo e Como, sia per la bellezza del gruppo; la mia parte preferita è quella compresa fra la Cresta Cermenati e la Cresta Segantini. Qui è continuo susseguirsi di canaloni, guglie e torrioni, fonte di spasso di alpinisti ed escursionisti.
Dalla vetta (sui troverete "l'astronave", il Bivacco Ferrario) il vasto panorama vi farà ammiare i vicini monti della Valsassina, sul Legnone, sul Resegone,il San Primo e, lungo la "traversata alta" la cima del Grignone. In lontananza sono visibili i monti del bergamasco, della Valtellina, buona parte della catena delle Alpi ed un tratto degli Appennini.

E' proprio in vetta che troverete una cache.

Per giungere in cima vi sono innumerevoli vie, alla base (i pian dei Resinelli) troverete la mappa dei sentieri, tuttavia in rete ve ne sono a bizzeffe. Si va dalla "normale" ossia la cresta Cermenati, all'impegnativa "direttissima" ai vari canaloni che vanno affrontati "a fiuto" in quanto non sempre è presente un vero e proprio sentiero.

La salita normale è accessibile a tutti coloro che vogliano affrontare l'impegno di due ore di salita piuttosto ripida, a parte gli ultimi 10 metri di dislivello non ci sono difficoltà tecniche, lo sforzo verrà ripagato ampiamente dalla passeggiata in un ambiente unico nella zona, tra scorci panoramici sulla Brianza e il Resegone e spettacolari guglie di roccia calcareo-dolomitica, divenuti nel tempo un simbolo dell’alpinismo, non solo locale.
Per info: http://www.8000.it/jumpCh.asp?idUser=0&idLang=IT&idChannel=705&codice=276

Dove mangiare

Pranzo al sacco!!! In cima troverete un "venditore ambulante" erede di un personaggio storico del posto oramai in pensione, il quale ogni giorno fa su e giù con una gerla piena di cibarie, se lo incontrate lo riconoscete.
Altrimenti, tramite la "traversata alta" è possibile arrivare in vetta al Grignone, dove si mangia molto bene. Però la gita si allunga molto (calcolate 8 ore totali).
Ai pian dei resinelli troverete un bar che fa anche da tavola fredda.
Altrimenti a valle (Lecco) non c'è che l'imbarazzo della scelta.

Itinerari

Questo cache fa parte dell'itinerario "Tra le Guglie della Grignetta"
TraLeGuglie.jpg

Un'escursione da provare, soprattutto per chi non si è mai accostato alla montagna.