Event Toerggele

1° Toerggele Event
by CMauri


Ecco il resoconto del primo event organizzato dal Kingfisher Team, nelle bellissime terre del Sud Tirolo dipinte per l'occasione dai colori dell'autunno. Indimenticabile lo spettacolo dei meleti gialli e rossi.

La gita di CMauri e del Cecilia Team inizia giovedì, visitando cache e bellezze della zona, venerdì pomeriggio Hannes ci viene a "salvare" verso la fine del percorso del lungo e stupendo multicache "Der Salten". Dopo un punch ci si saluta dandoci appuntamento al giorno dopo.

Il sabato pomeriggio ci si ritrova al Rauthof designato per le nostre malefatte serali, dove Hannes e Sabine ci attendono con una fanstastica botte di birra bolzanese.
Passano i minuti e i partecipanti arrivano alla spicciolata, appena inizia a calare il sole Hannes decide di dar "inizio alle danze" consegnandoci due quiz da risolvere per trovare altrettanti cache nascosti per l'occasione nelle vicinanze.

Mentre le rispettive compagne si cimentano nella soluzioni dei quiz gli uomini si danno alla ricerca, i5fzi parte alla testa del gruppo (prendendo una scorciatoia tra le viti), CMauri e Kazuma seguono a breve distanza.
La ricerca si svolge sotto lo sguardo soddisfatto di Hannes, mentre Kazuma discorre con CMauri riguardo il sesso del/la cache :-) , i cercatori battono invano i nascondigli tipici di cache (edera e muro) ma il Kingfisher Team ha troppa fantasia per utilizzare questi luoghi, dopo molta fatica CMauri trova la Nano quasi invisibile e mimetizzata nel suo "ambiente".
Nel frattempo ci giunge la soluzione del secondo quiz, giunti alla seconda location, dopo una lunga ricerca Kazuma ha l'idea giusta guardando vicino ad un palo, ma CMauri lo precede alzando lo sguardo e accorgendosi che il cache era "appeso" sopra la sua testa.
L'Ampleing frutta una bottiglia di grappa alla marena e un trancio di speak superlativo, oserei dire "perfetto"!

Tornato alla base inizia l'event vero e proprio, i partecipanti finiscono di affluire e iniziano le discussioni e i racconti di avventure passate.
Il posto è molto "raccolto", abbiamo una saletta tutta per noi e ci si diverte molto, l'atmosfera è rilassata e amichevole, la birra scorre, Hannes apre un bottiglione di birra scura di Bolzano e Fabrizio ci delizia preparando alcune bruschette con un stupendo olio toscano preparato da lui pochi giorni prima.

La serata passa tra canederli, crauti e altre leccornie locali del quale non ricordo il nome, l'allegria cresce, l'umore è alto, per riassumere sembra di trovarsi tra un gruppo di amici che si conoscono da anni ad una rimpatriata.

Ad un tratto il Kingfisher Team estrae con un quiz-rebus, la soluzione è composta da tre parole, il volume del vociferare della compagnia scende di colpo e la tensione si sente nell'aria, soprattutto quando si arriva verso la fine quando la soluzione inizia ad intravvedersi.
Ad un tratto Gabriele del G.E. Nicogiorgi scatta in piedi esclamando "Se l'avete fatto davvero siete dei grandi!", Hannes gli consegna qualcosa ed assieme escono ad ammirare il tesoro…
Di che si tratterà?!?!? La tensione cresce ancora.
Qualche minuto dopo anche CMauri scopre l'arcano e va a raggiungere i due fuori dal ristorante.
Rientrati troviamo il fumo che sale dalle teste dei partecipanti rimasti, poco dopo Fabrizio scopre la soluzione e vince il terzo premio: un esemplare del primo geocoin fatto in italia, il South Tyrolean Geocoin, nella sua versione in rame. Gabry si era aggiudicato quello in bronzo e CMauri quello in argento.
Rinfrancati dall'intraprendenza del Kingfisher Team ci rimettiamo a discutere sul geocoin italiano, e pare che stavolta ce la possiamo fare sul serio.

Stanchi e contenti della bellissima serata organizzata alla grande, ci si saluta dandoci l'appuntamento chi al giorno dopo per un'ultima domenica di geocaching in compagnia (anche questa molto bella, ma è un'altra storia), chi al prossimo evento.

Non sto a dilungarmi sull'atmosfera o su quanto siamo stati bene, consiglio solo a chi non ha mai partecipato di venire al prossimo, noi siamo arrivati all'ultimo (Ginestreto) quasi per caso e difficilmente mancheremo ai prossimi! Provare per credere.

Concludo ringraziando a nome di tutti Sabine, Hannes e la piccola Mirissa per l'impeccabile ospitalità.

Alla prossima, CMauri e il Cecilia Team